La Trama

Una misteriosa, svagata, simpatica figura femminile, quasi caduta dall’alto come un “Pierrot lunaire”, torna dopo oltre mezzo secolo ad incarnare la figura dell’attrice brillante tipica dell’Operetta.  E’ una che è stata attrice-cantante (poi capocomico, poi ancora impresario) nell’epoca avventurosa delle grandi compagnie d’operetta. Ed è “tornata” per riordinare i ricordi di un’epoca e di un genere dalle storiche fortune nei primi decenni del Novecento.

L’ospite stravagante prova a raccogliere gli appunti di un’impresa quasi impossibile: sintetizzare mezzo secolo di una vita trascorsa nel mondo dell’operetta. Un mondo tramontato? Nel rileggere le pagine del suo libro virtuale affiorano i ricordi di una “età dell’oro” della Leggerezza, le incantevoli memorie musicali dell’Operetta francese, viennese, italiana, che hanno fatto sognare mezzo mondo dalla fine dell’Ottocento alla seconda guerra.

Il ricordo ricompone un delizioso “paese dei sorrisi” con i suoi personaggi e le sue tipiche situazioni teatrali: dall’arte della seduzione alla parodia, dal piacere della trasgressione e delle felici “scappatelle” alla sensualità del valzer (che invita a dimenticare ciò che nella vita non può essere più cambiato), dagli echi del varietà e del café-chantant al gusto dell’esotico.
Operetta, eterno amore è uno scrigno di gioielli ancora scintillanti della piccola lirica, con le musiche preziose di Offenbach, Lehár, Kálmán, Abraham, Stolz, Lombardo, Ranzato, Pietri, Costa, ed un cast straordinario.

A impaginare “Operetta eterno amore” e a tenere i fili dello spettacolo, danno voce, ai personaggi evocati nei loro momenti più significativi, tre autentici specialisti dell’operetta. Il soprano DANIELA MAZZUCATO, fuoriclasse assoluta di una versatilità che attraversa l’opera barocca, Mozart, la vocalità contemporanea, la canzone, il teatro di prosa, alterna qui con straordinaria versatilità lo charme vocale della primadonna alle malizie della soubrette; MAX RENE’ COSOTTI, l’elegante e prestigioso tenore che con la Mazzucato costituisce la coppia lirica interprete dei grandi duetti da Offenbach a Lehár; ANDREA BINETTIche mette tutta la sua simpatia e il suo talento al servizio dei ruoli brillanti e MIRYAM COSOTTI, giovane attrice di talento. Con loro intreccia lo smagliante ordito musicale PAOLO TROIAN, pianista triestino di gusto e sensibilità esercitata con ricchezza di esperienze tra la musica da camera e lo spettacolo musicale.

Nella versione con orchestra, il M°ROMOLO GESSI, direttore d’orchestra triestino di grande esperienza della orchestrazione delle musiche d’operetta e di musical e che dirige le maggiori orchestre in Italia e all’estero.

 

******

The Plot

A mysterious, distracted, pleasant femminine figure, almost fallen from high up like a Pierot Lunaire, come back over half a century later to embody the typical Opreretta brilliant actress part. She had been actress, singer (then head comedian and then manager) in the adventurous operetta big companies era. And she’s “back” to reorganise the memories of an era and of an early 20th century memorable fortunes genre.

The strange host try to collect the notes of a quite impossible endevour: to summarise an half century life passed in the operetta world. An already faded world?
Reading again her virtual book pages, the levity “golde age” memories, the French, Viennese, Italian enchanting operetta musical resemblance that made half of the world dream, surfrace again.

The memory recompose a charming “smile country” with it’s characters and it’s typical theatrical situations: from the art of seduction to parody, from the  trasgression pleasure and marry casual affair to valzer sensuality (that invites to forget what in life can not be changed), from variety and cafe-chantant echoes to exotic worlds flavour.
Operetta my Love  is a little lyric still sparkling jewels treasure chest, with the Offenbach, Lehàr, Kàlmàn, Abraham,Stolz, lombardo, Ranzato, Pietri, Costa and an extraordinary cast.

To do the lay out of “Operwtta Eterno Amore” and hold the show, giving voice to the characters in their meaning moments there are three authentic operetta experts(specialists): the absolute topnotch soprano Daniela Mazzucato that spans from Mozart baroque opera, contemporary vocalisation, songs to prose theatre, alternate here with extraordinary versatility prima donna vocal charme and soubrette malice. The elegant eminent tenor Max René Cosotti that with Daniela Mazzucato forms the lyric couple for great Offenbach an Lehàr duets. Andrea Binetti that bring all his fondness and his talent to serve all the brillint roles and Myriam Cosotti young brilliant actress. With them all interlace the dazzling musical plot Paolo Troian a tasteful and sensible pianist which experiences span from chamber music to entertainment. In the version with orchestra, M° Romolo Gessi, conductor in Trieste with great experience of operetta music orchestration and musical and who heads the major orchestras in Italy and abroad.